domingo, 13 de janeiro de 2019

Messaggio di Maria Regina e Messaggera della Pace a JACAREÍ, SAN PAOLO, BRASILE



tradutto per Renata Bompianni:

Messaggio di Maria Regina e Messaggera della Pace al veggenti Marcos Tadeu

Jacareí, 30 dicembre 2018:

“Cari figli, oggi vi invito tutti a riflettere su quanto è grande la misericordia di Dio e l’amore del Signore per voi, regalandovi in quest’ anno che sta per finire, ancora un’anno per conoscerlo, amarlo ed ottenere meriti per entrare in Cielo.
Riflettete figli miei, quanto è grande la misericordia di Dio per voi, tenendovi in vita per un’altro anno che sta per iniziare...
Quanti hanno lasciato questo mondo quest’anno che sta per finire e anche il tempo dato a loro per ottenere i meriti per entrare in Cielo è finito!
Ciò che hanno fatto, l’hanno fatto. Ciò che non hanno fatto, non torneranno mai più qui per farlo.
Ed a ciascuno di loro è stato dato anche la ricompensa secondo il bene che hanno fatto, o il castigo, secondo il male che hanno fatto o il bene che non hanno fatto.
Riflettete quanto Dio è buono con voi permettendovi di vivere ancora un’anno per conoscerlo, amarlo, per progredire nella santità e così, aggiungere meriti con cui voi potrete entrare in Cielo.
Quindi aprofittate di questo nuovo anno che Dio vi dà e santificatelo con opere buone, sforzandovi al massimo per essere santi, per gradire a Dio, per fare la sua volontà e sopratutto, per prepararvi, perché mio figlio Gesù potrà chiamarvi a qualsiasi momento per lasciare questo mondo, o potrà anche tornare a qualsiasi momento a mettere fine a questo mondo invecchiato e marcito dal peccato. E se voi non sarete pronti, non potrete ricevere la corona della vita eterna.
Voi parlate troppo ma obbedite poco!
Voi promettete molto e parlate molto di una santità che non vivete!
Perciò figli miei, sforzatevi a vivere la vera santità, affinché voi siate degni della salvezza e della eternità che mio figlio prepara per tutti voi.
Continuate a pregare il Rosario tutti i giorni! Il Rosario è la sorgente della santità.
Tutti i santi hanno pregato il mio Rosario...
Dopo averlo dato al mio figlioletto Domenico, non ci sono stati santi che non l’hanno pregato.
Il Rosario è sempre stata causa di santità di tutti i miei figli.
Perciò figli miei, pregate il Rosario con tutto l’amore del vostro cuore, perchè il Rosario ha il potere di far crescere i semi della santità nelle vostre anime, e ha anche il potere di distruggere ogni seme del male che il mio nemico e che il mondo vuole piantare in voi.

Pregate il Rosario!
Niente ora é più importante che salvare le vostre anime e attingere il Cielo!

Quindi dedicate più tempo alla meditazione, alla lettura spirituale, al Rosario e alla conoscenza della santità, affinché possiate viverla corretamente...

Amate il Rosario! Così riuscirete a scoprire la bellezza del Rosario, scoprirete la luce del Rosario, scoprirete il segreto del Rosario perché le cose di Dio, prima di tutto devono essere amate per poi essere capite.
Amate il mio Rosario e capirete il Rosario!
Amate, cercate, desiderate con tutte le forze della vostra anima la santità, e nel prossimo anno ci arriverete!
 
Sì... il tempo della misericordia arriva alla fine e tra poco la mia voce si azzittirà!
Aprofittate dei miei ultimi consigli che io vi sto dando figli miei, perché cosí voi possiate veramente essere saggi, come l’uomo che essendo saggio ascolta i consigli della sua madre e li porta saldi al cuore.  Come una catena d’oro al collo... e non si allontana mai da loro, non si ferma mai, non smette mai di meditarli.

Meditate sui miei messaggi che sono straordinari per le anime giuste e sante!

Aprite il vostro intelletto al desiderio, il desiderio di comprendere e capire i miei messaggi attraverso lo studio e meditazione.
E più mediterete i miei messaggi, più vi sarà dato il dono dell’intelletto dallo Spirito Santo e da me e conoscerete la bellezza, conoscerete la luce, conoscerete lo splendore meraviglioso di tutti i messaggi che io vi ho dato.

Io vi benedico tutti con amore adesso da Fatima, da Medjugorje e da Jacareí.”

Nenhum comentário:

Postar um comentário